Cosa pensa una donna quando vede un uomo? Se credi che l’universo femminile sia unico, sappi che hai ragione

Cosa pensa una donna quando vede un uomo? Se credi che l’universo femminile sia unico, sappi che hai ragione

La mente della donna non riesce proprio a rimanere ferma su di un pensiero, fosse anche solo l’estetica dell’uomo che ha di fronte (e che le piace!), e spazia chat dating.com da una riflessione ad un’altra, con la velocità supersonica pari a quella di Jeeg Robot di acciaio. Questo perché il genere femminile è strutturato così: pensa sempre troppo, ama sempre troppo, si illude ancora di più.

Entrare nella mente di una donna e riuscire ad indovinarne i pensieri è come voler tentare di scalare l’Everest con un paio di scarpe con i tacchi a spillo: impossibile. Perché la velocità di pensiero della sua mente fa sì che non si riesca a starle dietro. Ad esempio, mentre la vista di un uomo interessante la porta a guardare le sue mani, lasciandosi trascinare in pensieri eccitanti o carezzevoli, poco dopo la mente passa a cosa dover cucinare per quella sera e, soprattutto, se sia il caso di comprare una pizza fuori od ordinare cinese. Poi torna alla vista stuzzicante, passando, magari, ad osservare altro ed a giocare coi pensieri. I più disparati.

In palestra

travel dating website

Beh, in palestra uomini e donne guardano e pensano verosimilmente alle medesime cose. Ad allenarsi? Noooo. Questo ГЁ quello che si vede nei film. In palestra si va per beccare quello giusto, quello figo. O anche per conoscere. La vista porta in modo inevitabile ad adocchiare parti di corpo, piГ№ o meno, scolpite oltre che scoperte che coinvolgono i sensi ed i pensieri.

D’altra parte il famoso detto “lontano dagli occhi, lontano dal cuore” dimostra come, effettivamente, il circolo vizioso sia costituito dal ciclo “vista-pensiero-tatto” (e tentazione). Un paio di pettorali maschili possono scatenare fantasticherie inimmaginabili in una donna, anche in quella solitamente più discreta. Ma questo si sa: pare sia inevitabile per colpa dei ferormoni. D’altro canto, non per nulla uno studio di ricercatori italiani è riuscito a dimostrare come donne e uomini arrivino a modificare il proprio comportamento in risposta ai feromoni del sesso opposto. Ma anche in questa situazione così spensierata, la mente femminile non si limita a fossilizzarsi su di un unico aspetto, come si può banalmente considerare, ed allora ai comuni pensieri, nascenti dalla vista dell’uomo in palestra, del tipo “mi piace” oppure “gli piacerò?” o, ancora, “che glutei sodi quello lì”, si affiancano quelli inesorabilmente femminili:

  • “sarГ  gay? Porca miseria, tutti gay sono oggi. Che sfiga”;
  • “meno male che ho comprato quel reggiseno da palestra, ho le forme perfette. Devo acquistarne almeno un altro paio alle prossime svendite. Quando ci saranno… fammi pensare…”;
  • “quello mi sta guardando o ГЁ strabico? A proposito, devo fissare con urgenza il mio appuntamento annuale dall’oculista”;
  • “devo riuscire a fotografare le spalle di quel tipo lГ¬ e postarle su facebook!”;
  • “quando racconterГІ di questo figo alle mie amiche, creperanno di invidia”;
  • “ma ho inserito il blocco sterzo all’auto?”.

Nella milonga argentina

Chi ha un minimo di conoscenza del tango, anche solo grazie ad una amica od un amico che ne sono appassionati, lo sa: le milonghe (locale pubblico dove si balla il tango argentino)sono per i tangheri (chi balla il tango) come i locali ed i pub per i salseri (chi balla la salsa caraibica o latino-americana). Si tratta di locali pubblici dove si va per ballare, bere e distrarsi, al passo di una delle piГ№ sensuali danze di coppia.

Ecco, anche in luoghi come questi, i pensieri delle donne sono capaci di far paralizzare i playboy più accaniti, perché, accanto alle idee “naturalmente” zampillanti dalla mente, grazie al tipo di musica ed alla carnalità del ballo, le idee delle donne sanno discostarsi per rintanarsi in riflessioni irragionevoli.

E così, ad esempio, la donna che balla il tango con un uomo, bravo nel condurla nei movimenti, è capace di pensare, nel giro di pochi istanti: “che sensuale questo tanghero. Fluidi e decisi i movimenti… ecco, mi tira a sé… ma, mi puzzano le ascelle? Caspita! Ho dimenticato di mettere abbondante deodorante ed ora sudo. Se ne è accorto? Perché non mi guarda più? Che starà pensando? Che figura! Ma poi, tutta colpa della fretta e del posto auto. Sì, devo pensare davvero ad acquistare un garage. Non posso sempre correre alla ricerca sfrenata di un parcheggio, per poi catapultarmi a casa e trovarmi in situazioni imbarazzanti come questa!”. No, non sto scherzando: la donna sta continuando a ballare, a sentire il fisico dell’uomo che la conduce ed a guardarlo negli occhi, non in modo diretto ma sbirciando di lato, sorridendo e pensando al parcheggio dell’auto ed al deodorante. L’ho anticipato: le donne sono ilari!